Il boom petrolchimico e delle vendite di carburante in Iran mentre le sanzioni colpiscono le esportazioni di greggio

Le esportazioni iraniane di carburante e prodotti petrolchimici sono cresciute negli ultimi anni nonostante le severe sanzioni statunitensi, lasciando l'Iran in una buona posizione per espandere rapidamente le vendite in Asia e in Europa se Washington alzasse i freni, hanno detto fonti commerciali e funzionari. Gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni all'industria petrolifera e del gas iraniana nel 2018 per soffocare la principale fonte di entrate della Repubblica islamica in una disputa con Teheran sul suo lavoro nucleare.



Le esportazioni iraniane di carburante e prodotti petrolchimici sono cresciute negli ultimi anni nonostante le severe restrizioni statunitensi. sanzioni, lasciando l'Iran ben posizionato per espandere rapidamente le vendite in Asia e l'Europa ifWashington alza i suoi cordoli, fonti commerciali e funzionari hanno detto.

Gli Stati Uniti ha imposto sanzioni all'industria petrolifera e del gas iraniana nel 2018 per soffocare la Repubblica islamica principale fonte di reddito in una controversia con Teheran sul suo lavoro nucleare. I passaggi hanno paralizzato le esportazioni di greggio ma non le vendite di combustibili e prodotti petrolchimici, che sono più difficili da rintracciare. Il greggio può essere identificato come iraniano per la sua qualità e altre caratteristiche, mentre le grandi petroliere sono più facilmente rintracciabili via satellite.

L'Iran ha esportato prodotti petrolchimici e prodotti petroliferi per un valore di quasi 20 miliardi di dollari nel 2020, il doppio del valore delle sue esportazioni di greggio, secondo i dati del ministero del petrolio e della banca centrale. Il governo ha dichiarato ad aprile che erano la sua principale fonte di entrate. 'Il mondo è vasto e i modi per eludere le sanzioni sono infiniti', Hamid Hosseini, membro del consiglio di amministrazione dell'Unione degli esportatori di petrolio, gas e prodotti petrolchimici dell'Iran a Teheran , ha detto a Reuters.



vaccino covid 19 india

I prezzi competitivi e la posizione dell'Iran, vicino alle principali rotte marittime, hanno reso i suoi prodotti attraenti, ha affermato. Ci sono anche molti più acquirenti di prodotti raffinati rispetto agli importatori con raffinerie configurate per elaborare l'Iranian greggio.

Inoltre, l'Iran esporta un po' di carburante con i camion verso i suoi vicini, il che comporta piccole transazioni difficili per gli Stati Uniti. Tesoro da rilevare.Teheran è in trattative da aprile per rilanciare il suo patto nucleare con sei potenze mondiali, dopo gli Stati Uniti sotto il presidente Donald Trump si è ritirato dall'accordo nel 2018 e ha aumentato le sanzioni dice che limiterà il suo lavoro nucleare solo in base al patto se gli Stati Uniti. le sanzioni sono soppresse.

FONTE DI ENTRATE Nel frattempo, Iran si è posizionata bene per rispondere in caso di allentamento delle misure. Mentre la maggior parte del mondo ha ridotto la produttività delle raffinerie durante la pandemia di COVID-19, l'Iranian Le esportazioni di benzina sono aumentate del 600% anno su anno nel 2020 a 8 milioni di tonnellate, o 180.000 barili al giorno (bpd), ha affermato l'amministrazione doganale.

Di recente, nel 2018, Iran importava benzina. I ricavi dell'Iran dalle esportazioni di benzina sono stati stimati in 3 miliardi di dollari nel 2020, ha affermato Hosseini.

La produzione di petrolio iraniano è ora di circa 2 milioni a 2,5 milioni di barili al giorno, con circa 2 milioni di barili al giorno assegnati alle raffinerie nazionali e circa 500.000 barili al giorno alle esportazioni, ha detto una fonte vicina al ministero del petrolio, aggiungendo che l'Iran potrebbe aumentare la produzione di greggio di 2 milioni di barili al giorno in due o tre mesi se le sanzioni fossero revocate. Fino all'imposizione delle sanzioni, le esportazioni di greggio erano la principale fonte di entrate dell'Iran, in genere superando i 2 milioni di barili al giorno e raggiungendo i 2,8 milioni di barili al giorno nel 2018.

onep unch man

La benzina è stata consegnata via camion in Afghanistan e Pakistan e spedito negli Emirati Arabi Uniti (UAE) attraverso il Golfo , ha detto una fonte vicina al ministero del petrolio iraniano, rifiutando di essere nominata. Il Ministero degli Affari Esteri degli Emirati Arabi Uniti e Cooperazione Internazionale non ha commentato.

L'Iran ha ripreso le esportazioni di carburante in Afghanistan ad agosto su richiesta dei talebani , musulmano sunnita gruppo che ha preso il potere quando gli Stati Uniti e altre forze occidentali si ritirarono e con cui l'Iran sciita avuto rapporti tesi in passato. I commercianti hanno detto che l'Iraq e un po' di africano paesi hanno anche comprato iraniano benzina, mentre diversi carichi di benzina sono stati spediti in Venezuela , che come l'Iran è membro dell'OPEC.

Il governo dell'Iraq , che da anni importa gas ed elettricità dal suo vicino sotto gli Stati Uniti. deroghe, non ha risposto alle richieste di commento sul commercio di benzina. INCORAGGIARE GLI ACQUIRENTI

Le esportazioni petrolchimiche sono aumentate a 25 milioni di tonnellate nel 2020 da circa 20 milioni di tonnellate nel 2019, un iraniano ha detto il bollettino del ministero del petrolio, mentre iraniano La capacità petrolchimica è salita a 90 milioni di tonnellate all'anno nel 2020 da 77 milioni di tonnellate nel 2019. Si prevede che supererà i 100 milioni di tonnellate nel 2021. Per incoraggiare gli acquirenti, hanno affermato fonti commerciali Iran spesso offrivano prezzi che coprissero i costi di spedizione e assicurazione, oltre alle commissioni extra per le transazioni bancarie. Quegli extra avevano aumentato il costo dell'Iranian prodotti di circa il 25%, hanno affermato fonti commerciali.

Anche i paesi che cercano di implementare gli Stati Uniti le sanzioni a volte hanno faticato a fermare tutti gli affari con l'Iran.India vietate le importazioni di Iranian urea nelle gare nazionali sotto U.S. pressione ma Hosseini ha detto iraniano i prodotti erano ancora offerti tramite intermediari.

Il ministero indiano dei fertilizzanti, che redige le gare d'appalto per le importazioni, non ha risposto alle richieste di commento. Funzionari negli Emirati Arabi Uniti e in Iraq inoltre non ha risposto immediatamente.Cinese le aziende rimangono il principale acquirente dell'Iran gas di petrolio liquefatto (GPL), metanolo e molti altri prodotti, hanno affermato fonti commerciali. Cina Dogana e il suo Ministero degli Affari Esteri non ha risposto immediatamente alle richieste di commento.

prossimo capitolo

'Se le sanzioni internazionali venissero completamente ritirate, Iran' tornerebbe a esportare metanolo nelle sue sedi tradizionali invece che la stragrande maggioranza in Cina', ha affermato Geoff Mullett, specialista di metanolo presso IHS Markit , riferendosi ad altri mercati come Taiwan ,Giappone e Corea del Sud ed Europa. Un analista senior di IHS, April Tan, ha detto Iranian si prevedeva che le esportazioni sarebbero aumentate se le sanzioni fossero diminuite, in particolare le esportazioni di olio combustibile e gas di petrolio liquefatto (GPL) verso l'Asia.

(Questa storia non è stata modificata dallo staff di Top News ed è generata automaticamente da un feed in syndication.)