Il Giappone raddoppierà le donazioni di vaccini COVID-19 ad altri paesi a dosi di 60 mln

Il Giappone prevede di somministrare ad altri paesi 60 milioni di dosi di vaccini COVID-19, ha dichiarato giovedì il primo ministro Yoshihide Suga, raddoppiando l'obiettivo rispetto al precedente impegno di 30 milioni di dosi.


Immagine rappresentativa Credito immagine: ANI
  • Nazione:
  • Giappone

Il Giappone prevede di somministrare ad altri paesi 60 milioni di dosi di vaccini COVID-19, il primo ministro YoshihideSuga ha detto giovedì, raddoppiando l'obiettivo rispetto al precedente impegno di 30 milioni di dosi. 'Oggi sono lieto di annunciare che, con ulteriori contributi, il Giappone fornirà fino a circa 60 milioni di dosi di vaccino in totale,'Suga ha detto in un videomessaggio preregistrato al Global COVID-19 Summit ospitato dagli Stati Uniti.

Dei primi 30 milioni, il Giappone ha già fornito circa 23 milioni di dosi principalmente agli asiatici paesi tra cui Taiwan ,Vietnam e Indonesia.Giappone inizialmente è rimasto indietro rispetto ad altre nazioni industrializzate nel lancio della vaccinazione, ma ora il 55% della sua popolazione è completamente vaccinato, più o meno alla pari con gli Stati Uniti.

All'inizio di questo mese, in un annuncio a sorpresa, Suga ha detto che si stava dimettendo da primo ministro, ponendo fine a un mandato di un anno che ha visto il suo sostegno sgretolarsi con l'aumento dei casi di COVID-19.

(Questa storia non è stata modificata dallo staff di Top News ed è generata automaticamente da un feed in syndication.)