Tennis-Azarenka chiede vaccinazioni obbligatorie contro il COVID-19

Quest'anno i tifosi sono tornati ma solo quelli che hanno la prova della vaccinazione e il bielorusso testa di serie 18 hanno ammesso confusione sul perché le regole non si estendono anche ai giocatori. 'È stato fantastico tornare a giocare di fronte ai fan e per lo più vaccinata', ha detto la due volte campionessa dell'Australian Open, che si è ritirata da un evento del WTA Tour ad aprile perché ha coinciso con la sua vaccinazione COVID-19 programmata.


Immagine rappresentativa Credito immagine: ANI

VictoriaAzarenka trasferito negli Stati Uniti Ha aperto il terzo turno con una vittoria per 6-3 7-6 (1) sull'italiana Jasmine Paolini mercoledì, dicendo che era felice di tornare a giocare di fronte al pubblico a Flushing Meadows , soprattutto tifosi vaccinati.

Azarenka è arrivata in finale l'anno scorso prima di perdere contro Naomi Osaka ma lo ha fatto in stadi vuoti poiché le restrizioni COVID-19 hanno escluso gli spettatori dal Billie Jean King National Tennis Center. Quest'anno tornano i tifosi ma solo quelli che hanno il certificato di vaccinazione e il 18° seme bielorusso ammessa confusione sul perché le regole non si estendono anche ai giocatori.

data di uscita del pirata dei caraibi

'È stato fantastico tornare a giocare davanti ai fan e per lo più vaccinato', ha detto il due volte australiano Campione Open, che si è ritirato da aWTA Tour evento ad aprile perché coincideva con la sua vaccinazione COVID-19 programmata. 'Per me è un po' strano che i tifosi debbano essere vaccinati e i giocatori no.

Quindi penso che, a mio parere, sia inevitabile che venga imposto a un certo punto, come stanno facendo altri campionati. 'Non vedo il motivo di fermarlo, perché penso che tutti noi vogliamo essere al sicuro, tutti vogliamo continuare a fare il nostro lavoro'.

La New York City l'ufficio del sindaco la scorsa settimana ha ordinato la prova del vaccino per entrare nell'Arthur Ashe Stadium, dove il maggiore mette in scena le sue partite in prima serata. La United States Tennis Association (USTA) ha quindi deciso di estendere l'obbligo del vaccino a tutti i partecipanti di età pari o superiore a 12 anni che entrano nella struttura tentacolare.

abhinav shukla

Sia la WTA che l'ATP hanno esortato i giocatori a vaccinarsi, ma alcuni hanno espresso riserve e hanno dichiarato la decisione una libertà di scelta. Il numero tre del mondo Stefanos Tsitsipas ha dichiarato che avrebbe ricevuto il vaccino COVID-19 solo se fosse diventato obbligatorio gareggiare nel tennis, traendo un duro rimprovero dal greco governo.

Numero uno al mondo Novak Djokovic , che si candida per completare l'anno solare del Grande Slam negli Stati Uniti Open, ha dichiarato ad aprile di sperare che il vaccino COVID-19 non diventi obbligatorio per i giocatori e ha rifiutato di rispondere alle domande riguardanti il ​​proprio stato di vaccinazione. 'Rispetto l'opinione di tutti, purché non sia una teoria della cospirazione', ha detto Azarenka , tre volte negli Stati Uniti Secondo classificato aperto. 'Se hai effettivamente una conoscenza decente e hai esaminato la ricerca e hai i tuoi fatti, statistiche e ricerche, è una conversazione diversa.

'Spero che come associazione prendiamo la decisione migliore per la nostra attività, per la nostra salute, per i tornei, per il pubblico'.

(Questa storia non è stata modificata dallo staff di Top News ed è generata automaticamente da un feed in syndication.)