L'UNHCR chiede di far fronte al basso tasso di iscrizione dei rifugiati alla scuola secondaria

Il rapporto mette in evidenza le storie di giovani rifugiati in tutto il mondo mentre cercano di continuare a imparare in un'era di sconvolgimenti senza precedenti causati dalla pandemia di COVID-19.


I recenti progressi compiuti nell'iscrizione scolastica dei bambini e dei giovani rifugiati sono ora in pericolo, ha affermato il capo dell'UNHCR Filippo Grandi. Credito immagine: Flickr

L'UNHCR, l'Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati, chiede uno sforzo internazionale per garantire l'istruzione secondaria rifugiato figli e giovani, come livelli di scuola e l'iscrizione all'università rimane criticamente bassa.

La chiamata arriva come UNHCR lancia il suo rapporto sull'istruzione 2021, Staying the Course: The Challenges Facing Refugee Education. Il rapporto mette in evidenza le storie di giovani rifugiati in tutto il mondo mentre cercano di continuare a imparare in un'era di sconvolgimenti senza precedenti causati dalla pandemia di COVID-19.

Scuola media dovrebbe essere un momento di crescita, sviluppo e opportunità. Aumenta le prospettive di lavoro, la salute, l'indipendenza e la leadership dei giovani vulnerabili, ed è meno probabile che siano spinti verso il lavoro minorile.



Eppure secondo i dati raccolti dall'UNHCR in 40 paesi, il tasso di iscrizione lordo per i rifugiati al livello secondario nel 2019-2020 è stato solo del 34%. In quasi tutti i paesi, il tasso è inferiore a quello dei bambini della comunità ospitante.

quando sarà di nuovo attivo il sopravvissuto designato?

È probabile che la pandemia abbia minato ulteriormente le possibilità dei rifugiati. Il COVID-19 è stato dirompente per tutti i bambini , ma per i giovani rifugiati – che già incontrano notevoli ostacoli per entrare a scuola – potrebbe infrangere tutte le speranze di ottenere l'istruzione loro hanno bisogno.

'Recenti progressi a scuola' iscrizione di rifugiati figli e la gioventù è ora minacciata', ha affermato l'UNHCR chief Filippo Grandi.

'Affrontare questa sfida richiede uno sforzo massiccio e coordinato ed è un compito che non possiamo permetterci di sottrarci'.

L'UNHCR chiede agli Stati di garantire il diritto di tutti i bambini , compresi i rifugiati, per accedere all'istruzione secondaria , e per garantire che facciano parte dei sistemi educativi nazionali e della pianificazione.

Inoltre, gli Stati che ospitano un gran numero di sfollati hanno bisogno di assistenza nella costruzione di capacità: più scuole, materiali didattici appropriati, formazione degli insegnanti per materie specializzate, supporto e strutture per le ragazze adolescenti e investimenti in tecnologia e connettività per colmare il divario digitale.

quanti episodi ci sono in Fairy Tail tutti insieme

I dati mostrano anche che da marzo 2019 a marzo 2020, i tassi di iscrizione lordi per i rifugiati al livello primario si sono attestati al 68%.

Iscrizione all'istruzione superiore era al 5%, un aumento di 2 punti anno dopo anno e di nuovo che rappresenta un cambiamento di trasformazione per migliaia di rifugiati e le loro comunità. È un aumento che offre anche speranza e incoraggiamento ai rifugiati più giovani che affrontano sfide scoraggianti per l'accesso all'istruzione.

Eppure questo livello rimane basso rispetto ai dati globali, e senza un forte aumento dell'accesso al livello secondario, l'obiettivo 15x30 fissato dall'UNHCR e partner: il 15% dei rifugiati iscritti all'istruzione superiore entro il 2030 – rimarrà fuori portata.